Il-figlio-e-il-leone-dipinto-Esopo
in ,

Il figlio e il leone dipinto – Esopo

Nessuno può sfuggire al proprio destino

Un vecchio pieno di paure vide il suo unico figlio, coraggioso ed amante della caccia, in sogno morire dilaniato da un leone.

Preso dal terrore che si realizzasse quello che aveva veduto e che il sogno si dimostrasse veritiero, allestì un magnifico appartamento nella parte alta della casa e vi tenne rinchiuso il figlio.

Per distrarlo, fece decorare l’alloggio con figure di animali d’ogni tipo, tra i quali era rappresentato anche un leone.

Il giovane, guardando l’immagine del leone, sentiva crescere ogni giorno il suo dolore di esser stato rinchiuso e una volta ponendoglisi di fronte, urlò tutta la sua rabbia: “Brutta bestia, è tutta colpa tua! Per colpa tua e per colpa del sogno bugiardo di mio padre, sono qui chiuso e custodito come una femminuccia. Che cosa dovrei farti?

E così dicendo, tirò un pugno contro il leone dipinto sul muro, quasi volesse cavargli un occhio. Ma gli penetrò nella mano una scheggia, che gli procurò un forte dolore, poi un’infiammazione ed infine un ascesso; vi si aggiunse la febbre, che ben presto portò a morte il giovane.

Così, il leone, per quanto fosse solo dipinto, lo uccise, senza che a nulla servisse l’espediente paterno.

 

Morale della favola

Questa favola di Esopo vuole insegnarci che nessuno può evitare quello che deve accadere che deve essere accettato con coraggio e senza ostinazione.

 

Se sei interessato alla morale, ovvero l’insegnamento che puoi trarre dai racconti e dalle favole, vai alla categoria: Racconti e Favole Formative. Ne troverai moltissime.

 


Tagcloud:

Le-funzioni-e-i-ruoli-di-Propp-nelle-fiabe

Le funzioni e i ruoli di Propp nelle fiabe