La-volpe-e-l’uva
in ,

La volpe e l’uva

Per coloro che disprezzano ciò che non riescono ad ottenere

Una volpe, spinta dalla fame, cercava di afferrare, con balzi e gran spreco di energie, un grappolo d’uva che pendeva da un ramo alto, in una vigna.

Dal momento che non riusciva nemmeno a sfiorarlo, tornò a quattro zampe e concluse: “L’uva non è ancora matura. Mica la posso mangiare acerba!”.

 

Morale della favola

La volpe e l’uva è una delle favole che sicuramente conosciamo di più.

È talmente famosa che da essa deriva anche il proverbio: ”Fare come la volpe con l’uva”, che sta ad indicare il fatto di reagire ad una sconfitta, sostenendo di non aver mai desiderato la vincita o denigrando il premio che non si è riusciti a raggiungere.

L’origine di questa favola è antichissima, secondo alcuni sarebbe sumera. Sembra che raccontasse la storia di un cane che non riesce a mangiarsi dei datteri.

Esiste poi anche un proverbio persiano che riprende lo stesso concetto: “Il gatto che non può raggiungere la carne dice che ha un cattivo odore”.

La favola: “La volpe e l’uva” diviene famosa grazie ad Esopo. La favola verrà poi rimaneggiata da Fedro.

Entrambi la dedicano a tutte quelle persone che: screditano, ostentano disprezzo e disinteresse su tutto ciò che non riescono ad ottenere, pur desiderandolo molto.

Non riuscendo, per incapacità, a raggiungere i loro obiettivi, ne danno la colpa alle circostanze (“L’uva non è ancora matura”).

Nella vita invece sarebbe meglio impegnarsi di più per raggiungere i nostri obiettivi, con un po’ di pazienza e umiltà, ma soprattutto molta perseveranza.

 

Puntando proprio sulla perseveranza lo scrittore Gianni Rodari reinterpreterà la favola: La volpe e l’uva, nel seguente modo:

Alla Volpe

Questo è quel pergolato e questa e quell’uva che la volpe della favola giudicò poco matura perché stava troppo in alto.

Fate un salto, fatene un altro.

Se non ci arrivate riprovate domattina, vedrete che ogni giorno un poco si avvicina il dolce frutto;

l’allenamento è tutto.

 

Se sei interessato alla morale, ovvero l’insegnamento che puoi trarre dai racconti e dalle favole, vai alla categoria: Racconti e Favole Formative. Ne troverai moltissime.

 


Tagcloud:

La-parola-Racconto-africano

La parola – racconto africano

Morte di Giulio Cesare, narrata da Svetonio

Come morì Giulio Cesare? Il thriller raccontato da Svetonio…!